Raffaele Della Fera nasce a Calabritto il 26 Giugno 1954. Laureato in Ingegneria, si dedica prima al teatro fondando con alcuni collaboratori il gruppo teatrale “CLAN H” e poi alla pittura e alla poesi con opere quali “La Corsa dell’anima – Viaggio senza ritorno”, “Cespugli aerei”, “Grazie”, “Pensieri di dentro”. Nel 1998 escono il suo testo di carattere tecnico “La sicurezza sul luogo del lavoro”, la sua biografia “Carlo Alleva – un uomo che ha vissuto” e nel 2013 “La musa nel cuore – Carlo Alleva”. Numerosi suoi racconti sono stati pubblicati sul quotidiano Otto pagine e su Il Corriere come “Coriandoli pieni di aquiloni”, “Io voto” e “Il futuro non è mai lontano e Natale non viene solo a dicembre”. Ha organizzato importanti incontri tra cui: “La corsa dell’anima” ad Avellino, Complesso monumentale ex Carcere Borbonico, “Aquiloni nel vento” a Lanciano, Palazzo degli Studi, “Il sogno che non sa morire” ad Avellino, Casina del Principe e “Voci, parole e colori di Raffaele Della Fera” ad Avellino, Foyer del teatro Carlo Gesualdo. Nel 1984 viene premiato con il Primo Premio Assoluto di Narrativa “Incontro con Arte e Cultura”, nel 2008 al “Concorso Nazionale Cervati”, nel 2009 al “Prata Poesia”, nel 2010 al “Premio Firenze Europa Mario Conti”, nel 2013 al Concorso “L’Inedito – sulle tracce di De Sanctis”, e al “Premio alla Cultura G. Morosini” dal Comune di Ferentino (Frosinone). Nel 2008 nell’ambito dell’evento “Laceno d’Oro” il regista francese Laurent Contet riceve in premio un suo dipinto della serie “I Viaggi dell’anima”.
Il suo nome è stato inserito in diverse antologie.

TUTTI I LIBRI