Il bonus economico per i giovani a fini culturali

 In economia

Un argomento discusso del nuovo argomento è il ”bonus cultura” di 500 euro stanziato per tutti i 18enni italiani da spendere in prodotti culturali, con l’aggiunta che nei prossimi anni la diffusione di cultura possa prendere una forma differente facendo scomparire il bonus predestinato.

I dati dicono che circa 600mila persone nate nel 1998 e nel 1999 hanno speso più di 163 milioni di euro per acquistare libri, musica e biglietti per l’ingresso a concerti, cinema, teatro, eventi culturali e musei. L’80 per cento di questi 163 milioni di euro, quasi 132 milioni, sono stati spesi in libri. La maggior parte dei libri acquistati rientrano nella categoria dei testi universitari, successivamente quella delle graphic novel o della narrativa Young Adult, romanzi pensati per adolescenti o poco più. Anche se parte di questo bonus è stato speso da parte di alcuni ragazzi in feste o altri divertimenti, la grande percentuale è stato usato per un fine culturale dimostrando come questo sia «Tra le misure più recenti a sostegno dei consumi culturali il bonus cultura è stato senz’altro uno strumento efficace, principalmente per aver individuato due target fondamentali, studenti e insegnanti, e averne sostenuto concretamente la capacità di spesa».

Questo conferma un rinnovo bonus per i nati 2000 e 2001, introducendo alcuni mezzi correttivi per rimediare a errori del passato, considerando anche la situazione economica delle famiglie e creando una solida propaganda con fine della diffusione culturale.