Il furto dei libri in Sudafrica

 In curiosità

Il furto dei libri in Sudafrica

In Sudafrica, negli ultimi tempi, è abbastanza comune, se hai una libreria, essere derubati. I costi delle perdite arrivano fino a 300mila dollari annui causa furti. I libri più rubati sono politici e religiosi, ma anche romanzi. Al primo posto, come libro più rubato, è presente la Bibbia, per poi essere seguito dall’autobiografia di Nelson Mandela: Lungo il cammino verso la libertà.

I furti sono eseguiti da persone di differenti età, sesso e appartenenza sociale, alcuni rubano i libri per leggerli, altri per rivenderli al mercato dei libri usati. Molti credono che questo sia legato a un problema culturale, legato al problema del controllo dell’editoria locale da parte dei bianchi. L’idea del libro rimane qualcuno della cultura occidentale, considerando il controllo nero come scadente o non capace. Dal 1993 si è infatti sviluppato un movimento parallelo, ovvero quella della letteratura clandestina, dove il libro viene considerato di bene comune.

Attualmente i librai, per prevenzione, non mettono gli autori più rubati negli scaffali.