L’origine dell’umanità (Mito Africano)

 In curiosità

Il mondo intero è stato creato da Wang’Ilonga. Dalla parte del sorgere del sole, a nord-est del fiume Tsuapa, a Bayo (ivyo significa acqua nera e fredda) in uno stagno, non lontano dal limitare della foresta, vi era un termitaio, coronato da un albero boamba. Al comando di Wang’Ilonga, l’albero si aprì e apparve il primo uomo, Lianja. Dopo aver gettato uno sguardo attorno a sé, esclamò: “Sono uscito, ma sono solo! Dov’è la compagna che vivrà con me?”. Allora si sentì la voce di Wang’Ilonga: “Scendi nell’acqua e la incontrerai!”. Lianja saltò nello stagno. Wang’Ilonga riprese: “Guarda dietro di te”. Volgendosi, Lianja vide una donna, Nsongo, in piedi, alla base del termitaio. “Ho trovato una compagna – disse – ma che cosa faremo?”. La voce rispose: “Va a costruire una capanna sulla terra ferma”. Non appena Lianja ebbe terminato la sua capanna, la voce di Wang’Ilonga risuonò di nuovo: “Voi siete uomo e donna. Quando abiterete la vostra capanna, comportatevi come sposa e sposa, generate dei figli… Ma ecco i comandamenti che voi e i vostri discendenti osserverete: non rubate le cose altrui, non litigate, non abbandonatevi alla lussuria, non attentate alla salute e alla vita del prossimo. Se voi maltrattate i vostri compagni, io vi caccerò; se voi disprezzate i miei comandamenti, la morte vi prenderà”. Lianja e Nsongo generarono tre coppie di gemelli che sono gli antenati mitici dei batwa, nkundo e ekonda.