Mosul Eye, il blogger che cerca di ricostruire la biblioteca di Mosul

 In Senza categoria

Quando fu assediata la città irachena di Mosul (e solo successivamente liberata) la biblioteca dell’Università di Mosul fu messa a fiamme da parte dello Stato Islamico nel 2014. I professori furono costretti a riscrivere i libri basandosi sulle nuove linee di pensieri del regime fino a quando non si ha avuto la liberazione della citta nell’estate 2017.

Nonostante la liberazione i danni sono numerosi, per questo il blogger Mosul Eye, che antecedentemente era professore presso l’Università, ha deciso di diventare un attivista alla costante ricerca di aiuti per la sua città, e tra i suoi obiettivi quella di ricostruire la biblioteca ‘’libro su libro’’. La scelta del nome è perché si definisce ‘’l’occhio’’ che osserva ciò che accade nella sua città riportando nel blog.

Il blogger ha iniziato una campagna per poter raccogliere almeno 200000 volumi destinati a tutte le biblioteche di Mosul, avendo attualmente riscontri positivi, e numerosi festival dove vengono organizzate attività culturali. Ora tocca solo aspettare che il progetto vada avanti, riportando una dignità culturale alla città.