il-cammino-di-un-bambino

Il cammino di un bambino

13.90

Categoria: .

Descrizione

È uno scrittore versatile, Filippo Anelli, è anche prolifico: innumerevoli le sue liriche, i suoi racconti, i suoi testi per celebri canzoni dati alla luce in oltre trenta anni di proficua attività letteraria. Cantore a tutto tondo dell’amore e della pace, Anelli è felicemente dotato di una liricità dalla linearità espressiva di spontaneo impatto emotivo.

Il feed-back che inevitabilmente si crea con il lettore è basato sulla facile capacità di trasmettere/ricevere sentimenti e sensazioni che costituiscono il patrimonio genetico culturale dell’umanità: amore, pace, amicizia, doverosa devozione per la propria Terra natia di cui celebra in diverse liriche la sua gloriosa storia, le sue antiche tradizioni.

Sono questi i valori che costituiscono l’asse portante dell’opera letteraria di Filippo Anelli, nato a Noicattaro ma residente da diversi decenni a Rutigliano: due centri del sud-est barese che distano tra loro solo poche decine di metri, due paesi molto vicini dunque, ma molto diversi per storia, cultura, folclore. Anelli è riuscito a colmare le differenze esistenti tra due “patrie”, nel nome proprio di quei valori universali della cui celebrazione e divulgazione è efficace cantore.

“Cavaliere della Pace e del Progresso”, Anelli ha pubblicato per diversi editori molteplici raccolte di poesie fra cui ricordiamo: I sogni della mia vita, Il poeta dei poveri di tutto il mondo, I semi della vita, Ho bisogno di te.

Ha scritto anche molti testi di canzoni; una sessantina di incisioni hanno riscosso ragguardevoli consensi sia in Italia che all’estero.

Il suo nome compare nel Dizionario storico dei Poeti italiani ed è presente in molte antologie di poeti contemporanei. Suoi scritti compaiono su importanti riviste letterarie.

Recentemente ha composto il testo Noi della Terza Età, musicato da Filippo Larizza, inno della Libera Università della Terza Età di Rutigliano.

Emblematica dei genuini sentimenti di Anelli è Belaynesch Abraha, una musa ispiratrice che ha le fattezze di un volto triste di una donna di colore: è la prova dell’universalità del nobile e supremo valore dell’amore da cui il poeta di Rutigliano si sente totalmente avvolto.

Con il suo ultimo lavoro “Il cammino di un bambino” unisce i ricordi personali al folklore popolare appassionando il lettore con il sapore familiare delle poesie e dei racconti.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il cammino di un bambino”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *